Condizioni Ottimali

Condizioni ottimali dei conservazione

Sebbene alcuni eventi accidentali non possano essere previsti né evitati, esistono tuttavia alcune accortezze utili a prevenire il deterioramento delle opere d’arte. Attraverso questo semplice vademecum, AXA Art propone ai collezionisti alcuni suggerimenti per prendersi cura della propria collezione. Naturalmente questi consigli pratici non intendono sostituirsi all’approccio più complesso di un conservatore o esperto d’arte. Gli esperti d’arte AXA Art sono a disposizione qualora fosse necessario un intervento di assistenza specifico per particolari problematiche conservative o di prevenzione. 

CONSIGLI GENERALI

  • Al momento dell’acquisto, raccogliere tutte le informazioni possibili sullo stato conservativo dell’oggetto d’arte.
  • Evitare la luce solare diretta: utilizzare smalti UV-assorbenti e faretti con filtri UV.
  • Per le opere d’arte destinate ad esposizione su pareti in esterno, assicurarsi che il lato posteriore sia sufficientemente isolato da polvere, sporcizia, umidità.
  • Evitare di collocare le opere d’arte esposte in interno, dietro porte o ante, corridoi di passaggio o eccessivamente vicino a mobili e scaffali.
  • Assicurare sempre agli oggetti d’arte una corretta ventilazione, da ogni lato, evitando però le correnti d’aria.
  • Mantenere gli oggetti d’arte distanti da caloriferi, caminetti, candele, umidificatori e fonti di calore.
  • Non stoccare le opere d’arte prive di adeguato imballaggio a contatto diretto con carta acida, cartone, pluriball o tessuto umido. Non stoccare le opere vicino a fonti di calore.
  • Stoccare i dipinti sensibili alla luce in contesti di adeguata semioscurità, ma mai al di sotto dei 5 LUX per evitare annerimenti, muffe o caduta di colore nel caso di particolari tipologie di pitture antiche.

UMIDITA, TEMPERATURA E LUCE

Gli oggetti d’arte sono sensibili alla temperature e alle variazioni di umidità, così come alla luce. La tabella riporta una indicazione dei valori di riferimento ideali.

Tipologia di opera / materiale

Umidità relative in %

Temperatura in °C/FH

Illuminazione in Lux

Ideale per la maggior parte dei materiali

45-50

+20/68

Variabile. La stabilità è la condizione migliore.

Pittura ad olio o acrilico su legona o tela

50-65

+20/68

150-200 max. 500 per brevi periodi

Opere su carta o pergamena

45-55 +/- 5 gradi

+20/68

50-100

Supporto fotografico*

35-45 constanti

+20/68 constanti

150-250 constanti

Vetro, pittura su vetro**

40-55

+20/68

250

Tessuto

45-55

+20/68

50-150

Avorio, osso, pelle

45-60

+20/68

50-150

Pietra, ceramica

20-55

+20/68

250 se dipinta

Metallo

20-45

+20/68

Irrelevante

Design / Oggetti in plastica

45-50 constanti

+20/68

150-250

Mobilio (legno)

55 constanti

+20/68 constanti

Superfici laccate o in legno chiaro e intarsiato (avorio, metallo, etc): 150-200

*I valori possono variare a seconda della tipologia di supporto fotografico. E’ opportune fare riferimento all’esperto AXA Art ** Per il vetro “soffiato”, l’umidità relativa non dovrebbe essere superiore al 45%!

In caso la collezione includa differenti tipologie di materiali, come mobili, oggetti di design, dipinti, opere su carta, fotografie, sculture in metallo, etc, le condizioni climatiche devono adattarsi ai parametri di riferimento ideali indicati per il materiale più delicato.

OPERE SU CARTA E FOTOGRAFIA

  • Utilizzare vetri dotati di filtri di raggi ultravioletti per proteggere le opere più fragili dalla luce.
  • Incorniciare adeguatamente per evitare la dispersione e il distaccamento dei pigmenti.
  • Il retro e le intelaiature devono sempre essere realizzate in materiale di alta qualità a PH neutro, non acido né alcalino.
  • Assicurare una sufficiente separazione tra la superficie dell’opera, la cornice, il vetro.
  • Proteggere l’opera durante la pulizia del vetro, utilizzando un panno morbido ed evitando di spruzzare direttamente i prodotti sul vetro, con il rischio di infiltrazioni nella cornice.
  • Molte fotografie possono essere archiviate in cartelline di carta, altre richiedono invece cartelline in plastica.
  • L’archiviazione in cartelline plastificate, non è adatta a diapositive degli anni ‘50, negativi, stampe colorate a mano, stampe con superfici danneggiate o fotografie su vetro o metallo.

SCULTURE IN BRONZO

  • La parte più delicata è la patina.
  • Per la pulizia, si consiglia di utilizzare un piumino per la polvere o uno spazzolino soffice.
  • Per la pulizia più profonda, si suggerisce l’utilizzo di sapone naturale, acqua e panno morbido. Pulire con delicatezza, asciugare con uno straccio morbido e lasciare che la scultura si asciughi completamente all’aria.
  • Non utilizzare detersive o solventi per detergere la scultura, perché potrebbero graffiare la superficie.
  • Se la scultura si presta alla pulizia con cera, si può utilizzare una generica cera per mobili.

MOBILI

  • Effettuare controlli regolari per verificare la presenza di tarli. La presenza di tracce di segatura ai piedi del mobile è un indizio di infestazione.
  • In caso di infestazione da tarlo, il mobile deve essere immediatamente isolato all’interno di una borsa sigillata ermeticamente e sarà necessario procedere con una fumigazione.
  • Utilizzare un umidificatore o mettere un bicchiere d’acqua (e essenza di lavanda) all’interno o alla base di armadi o cassettoni, per evitare eccessiva secchezza.
  • Evitare di posizionare mobili antichi in ambienti con sistema di riscaldamento a pavimento.
  • La luce diretta del sole può provocare alterazioni della colorazione.
  • Almeno una volta all’anno, incerare i mobili con una cera di buona qualità.
  • Per la pulizia di routine, servirsi di un panno morbido.

VETRO E CERAMICHE

  • Gli oggetti di vetro o ceramica sono estremamente fragili e possono creparsi rompersi con facilità, se non maneggiati con cura.
  • Utilizzare entrambe le mani per sollevarli ed evitare di farlo servendosi delle anse dei beccucci, che potrebbero non essere ben fissati.
  • Quando gli oggetti di vetro o ceramica vengono stoccati, sistemare un cuscino del materiale morbido tra un oggetto e l’altro e tra una componente e l’altra del medesimo oggetto.
  • Evitare di stoccare o esporre in situazioni che prevedono variazioni repentine di temperatura o umidità o condizioni climatiche estreme.
  • Usare estrema cautela nelle operazioni di pulizia: strofinare il panno potrebbe graffiare le superfici o far saltare le decorazioni apposte.

  • © AXA ART Versicherung AG, 2014